TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
URBIM - edilizia e urbanistica
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
 
direttore scientifico: Ing. Antonio Iovine   Print Page
CHI SIAMO AVVERTENZE REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI  
CERCA Ricerca



























IMU SULLA PRIMA CASA E “CAPANNONI”

Ancora in discussione gli interventi sull’Imu. Ad oggi si parla di una sospensione per tre mesi, ma quello che accadrà dopo il 16 settembre nessuno lo sa esattamente. Contemporaneamente si stanno esaminando possibili interventi per rimodulare l’Imu sui beni strumentali delle imprese industriali e agricole e dei liberi professionisti.



Per la prima casa si tratta di una battaglia politica tra abolizione per tutti i soggetti ovvero aumento delle detrazioni per agevolare solo i ceti più deboli.
Sui capannoni sono allo studio varie opzioni: dalla sospensione come per le abitazioni principali, a una serie di sconti.
Si evidenzia al riguardo che, senza alcun intervento del legislatore, da giugno il moltiplicatore delle rendite catastali passerà da 60 a 65 e che la prima rata sarà da corrispondere sulla base dell’aliquota fissata dal Comune per l’anno 2012. Aumenti che nel loro insieme potrebbero comportare un incremento di circa il 50% della rata corrente rispetto a quella corrisposta lo scorso anno a giugno, per i comuni che avevano adottato l'aumento dello 0,3% sull'aliquota base dello 0,76%.
Al riguardo sembra che il governo potrebbe decidere di sterilizzare l’aumento del coefficiente di rivalutazione delle rendite catastali e/o sospendere l’aumento dell’aliquota che i comuni possono applicare portando il prelievo fino all’1,06%.
Ovviamente, ancora tutto da leggere sulla Gazzetta Ufficiale.





Vai a : 

LOGIN
Email:
Password:
Ricorda i miei dati