TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
URBIM - edilizia e urbanistica
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
 
direttore scientifico: Ing. Antonio Iovine   Print Page
CHI SIAMO AVVERTENZE REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI  
CERCA Ricerca



























UNIFICAZIONE SITI WEB AGENZIA TERRITORIO - AGENZIA DELLE ENTRATE

Da oggi è operativo un solo sito Internet a seguito della fusione dell'Agenzia del territorio nell'Agenzia delle Entrate. Tuttavia per i visitatori dei settori tecnici già gestiti dalla ex Agenzia del Territorio la "vita" non è peggiorata, ma anzi migliorata in quanto dalla Home Page dell'Agenzia cliccando sul link "Mappa dei servizi catastali e ipotecari" si è ricondotti ad una nuova pagina nella quale sono organicamente ed ordinatamente raccolti gli ulteriori link per gli accessi ai servizi ottenibili. La raccolta dei provvedimenti direttoriali è unica, come pure quella dei documenti di prassi emanati dall'Agenzia, tra i quali quelli di interesse delle materie già di competenza dell'Agenzia del Territorio sono facilmente distinguibili in quanto recanti a integrazione del numero la lettera /T (come in passato in coesistenza tra i Dipartimenti del Territorio ed il Dipartimento delle Entrate).



L'accorpamento delle due Agenzie è stato previsto decreto legge n. 95/2012 a partire dal 1° dicembre 2012.
Come indicato dal Direttore dell'Agenzia , Attilio Befera, nel corso della audizione del 6/6/2013 presso la Camera sei Deputati - Commissione Finanze, l’accorpamento delle due Agenzie fiscali è finalizzata ad accrescere l’efficienza delle strutture e a soddisfare la pressante esigenza di riduzione della spesa pubblica, particolarmente forte nel nostro Paese per la situazione critica della finanza statale che sta imponendo un utilizzo sempre più razionale ed efficiente delle risorse disponibili.
Si tratta di un’operazione complessa, la cui effettiva realizzazione è prevista nel medio periodo mediante la riorganizzazione delle strutture centrali e periferiche e la reingegnerizzazione dei processi lavorativi.
Come previsto dal Ministro pro tempore nella sua relazione al Parlamento, l’integrazione dei processi no core (amministrazione, gestione del personale, audit, comunicazione nonché quelli relativi all’attività di programmazione, indirizzo, coordinamento e controllo) sarà completata entro il corrente anno, quella dei processi core entro la fine del 2015.
Una volta ultimato, il processo di razionalizzazione degli uffici permetterà di concretizzare lo snellimento dell’amministrazione, favorendo la redistribuzione del personale e la migliore organizzazione del lavoro, in accordo con i criteri individuati dal decreto legge n. 95/2012.
Già dalla fine del 2012 l’Agenzia ha avviato la prima fase del processo di riorganizzazione che, in base alle disposizioni di spending review, porterà entro la fine dell’anno alla riduzione di circa 180 posizioni dirigenziali e, a regime, di ulteriori 180 posizioni – per un totale di 360 – con l’istituzione, come previsto
dalla norma, di nuove figure organizzative di livello non dirigenziale.





Vai a : 

LOGIN
Email:
Password:
Ricorda i miei dati