TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
URBIM - edilizia e urbanistica
La rivista del demanio e patrimonio
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
 
 
direttore scientifico: Ing. Antonio Iovine   Print Page
CHI SIAMO AVVERTENZE REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI  
CERCA Ricerca



























NUOVE PROCEDURE CATASTALI PER LA DICHIARAZIONE DELLE COSTRUZIONI E DI ESECUZIONE DELLE VOLTURE

L’Agenzia delle Entrate con nota prot. 23646 del 12 giugno 2013 della Direzione centrale catasto e cartografia ha diramato nuove direttive in tema di modalità di dichiarazione in catasto delle nuove costruzioni e di predisposizione e trattazione delle domande di voltura. Pur apparendo direttive che sembrano apportare solo lievi modifiche alle consolidate modalità di aggiornamento degli atti catastali, in realtà emerge invece un rilevante impatto con il normale svolgimento dell’attività professionale.



Di fatto l’impropria applicazione della nuove procedure da parte del professionista o direttamente del cittadino (per le volture), può portare a rifiuti dei documenti di aggiornamento, con tutti i disservizi connessi ai ritardi nella registrazione in banca dati dei documenti stessi che implicano: perdite economiche (tempo e costo spostamenti) per ripetere l’operazione e finanche possibili sanzioni per tardiva presentazioni, qualora i tempi dovessero dilatarsi sensibilmente (si ricorda che il termine per la dichiarazione delle nuove costruzioni è di 30 giorni dalla loro ultimazione, come quello per una voltura, ad es. conseguente una denuncia di successione, che, invece, decorre dalla data di presentazione della dichiarazione fiscale).

Le novità sono sostanzialmente due.

La prima novità riguarda la diversa modalità di presentazione della dichiarazione delle nuove costruzioni in conseguenza delle adozione di procedure informatiche ad uso interno dell’ufficio che provvedono, in conseguenza all’approvazione del tipo mappale per l’aggiornamento della mappa, alla costituzione nella banca dati censuaria del catasto edilizio di una unità immobiliare, con il medesimo identificativo definitivo e intestata ai medesimi soggetti presenti al catasto dei terreni, iscritta nella categoria fittizia F/6 “fabbricato in attesa di dichiarazione”

L’altra novità, trasversale sia all’esecuzione delle volture, sia alla introduzione in catasto di nuove intestazioni con atti di aggiornamento tecnici, concerne anche essa l’introduzione di procedure informatiche ad uso interno dell’ufficio che provvedono, in conseguenza alla registrazione in catasto dei dati anagrafici e del codice fiscale di nuovi soggetti la preventiva verifica con i dati omologhi presenti nell’Anagrafe Tributaria.

Il recente testo “Nuove procedure catastali per la dichiarazione delle costruzioni e di esecuzione delle volture” di Nicola Cino e Salvatore Spina – Edito Exeo S.r.l. (http://www.exeoedizioni.it/nuove-procedure-catastali-per-la-dichiarazione-delle-costruzioni-e-di-esecuzione-delle-volture/) sviluppa le suddette tematiche e va ad integrare ed aggiornare le trattazioni degli altri e-book della stessa collana editoriale, sulla medesima materia, per descrivere, nel loro complesso, tutta la prassi operativa concernente la consultazione e l’aggiornamento del catasto, nelle more del loro aggiornamento. Ha altresì un valore autonomo ad uso dei lettori che già abbiano acquisiti gli altri e-book della collana.





Vai a : 

LOGIN
Email:
Password:
Ricorda i miei dati